0 Shares 18735 Views
00:00:00
12 Nov

‘Palazzo Taverna non è MAI stato di Mario Mantovani’. La verità, prima o poi, arriva sempre

Ott 13, 2017
0 18736

 

MILANO – L’ultima risultanza scaturita dal processo che si sta celebrando alla Quarta Sezione Penale del Tribunale di Milano, e che vede coinvolti Mario Mantovani ed altri imputati, ci fa dire- seppur con l’amaro in bocca- che la verità è più forte di ogni menzogna.

La Nostra Verità, da ormai quasi 1 anno, è nata con la consapevolezza che la Verità- appunto- prima o poi emerge. Certo, il tempo purtroppo è una variabile tutt’altro che secondaria di questo assunto.

Ma la verità emersa nei giorni scorsi è di quelle che fanno rumore: Palazzo Taverna, edificio storico di Arconate su cui si è discusso per decenni (e che è al centro di uno dei filoni d’indagine del processo), non è MAI appartenuto a Mario Mantovani.

Il colpo di scena tocca un edificio da sempre al centro del dibattito politico sulla presunta proprietà attribuita, almeno in base alle accuse, ad una delle società dell’ex Sindaco di Arconate.

cuggio3

Nel corso del dibattimento e dalla documentazione offerta dalla difesa e’ infatti emerso che l’ex Sindaco di Arconate Maggiolini, e l’allora responsabile dell’Ufficio Tecnico Pantaleoni, redassero e firmarono un atto, rivelatosi falso, relativo all’esproprio di Palazzo Taverna. Un atto che attribuiva erroneamente la proprietà di due mappali di mq 35 e mq 45 alla Spem srl, societa’ di Mario Mantovani.  Quindi, molto semplicemente, quella parte di palazzo Taverna NON apparteneva né alla Spem né a Mantovani.

La svolta è arrivata nel corso dell’udienza di  mercoledì 11 ottobre: il Tribunale ha  infatti acquisito la certificazione notarile del Dr. Zinni, che chiarisce in via definitiva come la Spem non sia mai stata proprietaria di nessun metro quadrato di Palazzo Taverna.

taverma

Si attendeva, sempre mercoledì, la testimonianza dell’architetto Claudio Pantaleoni, redattore del documento rivelatosi falso, ma il Pubblico Ministero del processo ha annunciato la quasi certa impossibilità per il testimone di essere presente in tutte le prossime udienze per motivi di salute.

La riflessione che questi fatti ci ispirano è di serena e disarmante certezza: la verità, prima o poi, arriva sempre. Ed è un bene. Per tutti.

You may be interested

Alfonso Papa assolto: ma la gogna mediatica se n’è dimenticata (o quasi)
La nostra battaglia di verità, Primo Piano
0 shares244 views

Alfonso Papa assolto: ma la gogna mediatica se n’è dimenticata (o quasi)

Redazione - Nov 04, 2019

  Molti di voi ricorderanno l'onorevole Alfonso Papa, deputato del Pdl che finisce nel tritacarne mediatico-giudiziario nel giugno del 2011, quando la Procura…

‘Mani pulite sulle Coop’. Il Tribunale del Riesame dà (ancora) ragione a Mario Mantovani
La nostra battaglia di verità, Primo Piano
0 shares10982 views

‘Mani pulite sulle Coop’. Il Tribunale del Riesame dà (ancora) ragione a Mario Mantovani

Redazione - Set 30, 2019

Quante volte lo abbiamo detto, ripetuto, anche con una certa punta di comprensibile amarezza. La Verità impiega tempi spesso imperscrutabili, per palesarsi, ma…

La casa era regolare e non abusiva.. E  gli articoli diffamatori? La Verità, alla fine, vince sempre
La nostra battaglia di verità, Primo Piano
0 shares6818 views

La casa era regolare e non abusiva.. E gli articoli diffamatori? La Verità, alla fine, vince sempre

Redazione - Set 11, 2019

  Quando scegliemmo- per il nostro sito e la nostra pagina Facebook- il nome La Nostra Verità qualcuno storse il naso. Usò le…

Most from this category