0 Shares 4593 Views
00:00:00
16 Jul

Mario Mantovani e la sua nuova avventura: Noi Repubblicani Popolo Sovrano

Mag 10, 2017
0 4594

Mario Mantovani ha rilasciato un’intervista al settimanale Settegiorni (edizione Legnano- Alto Milanese) nella quale spiega gli obiettivi che si prefigge il movimento. Ve la proponiamo nella sua interezza.

Senatore, è ormai ufficiale il suo ruolo di cofondatore di “Noi Repubblicani” Da cosa è scaturita questa decisione di creare questo nuovo movimento assieme a Daniela Santanché ed altri amici?

Anzitutto, vorrei ringraziare Settegiorni per l’opportunità  di presentare questa nuova iniziativa politica. Le ragioni che hanno portato alla nascita di Noi Repubblicani sono state subito chiare all’indomani della vittoria al referendum del 4 dicembre, quando incontrandoci con Daniela e gli altri fondatori condividemmo l’idea di lanciare un movimento che partisse dallo spirito repubblicano come caposaldo.  Abbiamo  spiegato, da subito, che il principale obiettivo è quello di dare una mano  a Forza Italia e al presidente Silvio Berlusconi a recuperare i 9 milioni di voti persi negli anni. Si tratta, com’è evidente, di un’impresa necessaria per ridare vitalità e slancio al partito. Come pensiamo di raggiungere l’obiettivo?  Con iniziative di carattere culturale e politico, partendo da quei territori dove molti elettori ci hanno abbandonato.

noirep
 Quali sono gli ideali del movimento in cui si rispecchia?

Il nome stesso li rievoca e se vogliamo li riassume, sublimandoli nello spirito repubblicano. Ideali e valori sono quelli che hanno sempre ispirato l’Occidente; libertà, democrazia, giustizia, solidarietà. I valori fondanti di tutti i paesi civili e avanzati, e ovviamente anche  della più grande democrazia del mondo come gli Stati Uniti d’America. Da qui il nostro riferimento al Partito Repubblicano, sebbene la nostra sia la storia di donne e uomini che si riconoscono nella storia e nella tradizione dell’Europa.

 Da semplice associazione, sembra che il movimento “Noi Repubblicani” sia in procinto di proporsi come vero e proprio partito politico. In questo senso, questo significherebbe un addio a Forza Italia?

Assolutamente e chiaramente NO. Quelli cui lei fa riferimento nella domanda  sono sospetti e pregiudizi di coloro i quali  vorrebbero in qualche modo allontanarci, mentre noi stiamo cercando di sostenere Forza Italia e tutti quanti hanno sempre creduto  in quelle idee che son ancora pienamente attuali a oltre 20 anni dalla discesa in campo di Silvio Berlusconi. Ideali che naturalmente vanno aggiornati e rielaborati, assecondando le esigenze  e i cambiamenti epocali che abbiamo vissuto in queste complesse fasi storiche. Guardiamo al domani, al futuro dell’Italia.

I politologi più critici ritengono che “Noi Repubblicani” sia un tentativo di cavalcare l’onda della vittoria di Donald Trump negli States. Cosa risponde a queste affermazioni?

Se anche  fosse, non credo sarebbe qualcosa di così inopportuno e  fuorviante. Siamo legati alla Repubblica italiana e all’Europa, ma abbiamo osservato con attenzione il fatto che Donald Trump non ha fatto altro che imporsi con le regole più classiche della democrazia e del consenso popolare: prima ha fatto valore le sue idee vincendo le primarie nel partito di appartenenza,  poi ha vinto le elezioni.  Un fatto che ci ha positivamente sorpreso, perché è il popolo a essere sovrano. In questo senso il nostro movimento nasce autenticamente dal basso: la politica è mediazione degli interessi popolari nelle sedi istituzionali. L’articolo 1 della nostra Costituzione (la citiamo spesso, la pratichiamo un po’ meno) ci rammenta  che la sovranità appartiene al popolo. Perciò come interpretare al meglio questo principio, se non ripartendo da esso?

noirep2

La sua adesione a Noi Repubblicani potrebbe creare degli scompensi in Forza Italia in vista delle elezioni magentine?

Sinceramente non credo proprio.  Il centrodestra si sta presentando unito a Magenta, un fatto che ritengo estremamente positivo  e che rientra appieno nei nostri obiettivi: poter contare su di un centrodestra coeso, senza scissioni e ‘scossoni’. Siamo una sorta di collante che punta ad includere, non ad escludere. Abbiamo già un sito-www.noirepubblicani.it-  e oltre 100 iscritti, tra cui sindaci, amministratori, molti giovani. I fondatori, oltre a Daniela Santanchè ed a me, sono gli onorevoli Gisueppe Romele  Luca Squeri e il senatore Sante Zuffada. Il primo sindaco del territorio che si è  iscritto è l’ingegner  Fabio Merlotti di Buscate.

You may be interested

PER UN NUOVO ANNO INSIEME. GLI AUGURI DI MARIO MANTOVANI
Editoriale, Video
0 shares426 views

PER UN NUOVO ANNO INSIEME. GLI AUGURI DI MARIO MANTOVANI

Redazione - Dic 27, 2019

Col Natale appena trascorso, e il nuovo anno ormai alle porte, Mario Mantovani ha voluto condividere con noi un video-messaggio augurale rivolto a…

Ogni otto ore un innocente va in galera. Lo ripeta con noi, presidente Roberto Fico: ogni otto ore.
La nostra battaglia di verità, Primo Piano
0 shares833 views

Ogni otto ore un innocente va in galera. Lo ripeta con noi, presidente Roberto Fico: ogni otto ore.

Redazione - Dic 16, 2019

Sulle ingiuste detenzioni e i numeri abnormi della carcerazione (spesso) preventiva abbiamo già parlato di recente, sulle colonne virtuali de La Nostra Verità.…

27.000 persone arrestate in Italia- dal 1992 ad oggi- e poi assolte
Editoriale, Primo Piano
0 shares1608 views

27.000 persone arrestate in Italia- dal 1992 ad oggi- e poi assolte

Redazione - Nov 28, 2019

Provate a pensarci, a pronunciare solamente il numero: 27.000. Scriviamolo in lettere: ventisettemila. Una cittadina di media grandezza. E sapete a cosa ci…

Most from this category